Come aumentare le visite al sito internet

In questo articolo ti racconterò le strategie e gli strumenti migliori per aumentare le visite al sito internet.
Tutto quello che ho scritto è frutto di esperienza sul campo per me e per i miei clienti e di anni di studio su libri e analisi delle tattiche dei più importanti web marketer del mondo.

Ho scritto questo articolo perché spesso mi contattano aziende che vogliono creare o rifare il loro sito web e sento nella loro voce un senso di rassegnazione, come se pensassero che spenderanno soldi per niente.

Ti dico una cosa, ogni investimento che fai per il tuo business deve avere un ritorno economico (anche a lungo termine), altrimenti non si chiamerebbe investimento.

Il sito web è uno degli investimenti fondamentali che un’azienda possa fare nel 21° secolo.
Se non ne sei convinto o se non ci credi fai una cosa: non fare un sito web.
Prima informati, leggi case history e statistiche. Solo se sarai convinto che è la strategia giusta per la tua azienda raggiungerai davvero l’obiettivo.

Un sito web è come un chiosco nel deserto, se non si attivano gli strumenti di web marketing nessuno saprà che esiste e nessuno lo troverà mai.

Per questo ho impiegato molto del mio tempo a scrivere una delle guide più complete sull’argomento.
Perché ci credo.
Vedo i miei risultati e quelli dei miei clienti e voglio che tutti sappiano che è possibile aumentare le visite al proprio sito e renderlo fondamentale per il proprio business.

Devi pensare che il sito possa diventare il tuo migliore commerciale attivo 24 ore su 24, 7 giorni su 7.

Una cosa molto importante, ti assicuro che rispetterò tutte le tue aspettative per questo articolo, ma solo ad una condizione: dovrai leggerlo con attenzione, nell’ordine che ho stabilito e fino alla fine. Ogni tassello è fondamentale per capire il metodo giusto.

Perché devo visitare il tuo sito web?

Questa è la prima domanda che ti devi porre.
Le persone sono sempre più impegnate, la risorsa più importante di tutte è il tempo, per questo devi dare una motivazione forte al tuo pubblico per ottenere un pò della sua attenzione.

Pensa alla tua attività, ai contenuti che puoi produrre e rispondi a questa domanda. Solo così potrai aumentare le visite al tuo sito.

Ecco alcuni esempi pratici che ti faranno capire cosa intendo:

  • Puoi creare un Blog dove inserisci con regolarità notizie relative al tuo settore.
  • Puoi creare uno strumento da utilizzare online, per esempio un software che analizza la velocità di un sito.
  • Puoi creare un ecommerce e aggiornare frequentemente il catalogo, in modo che l’utente torni spesso per guardare le novità
  • Puoi creare un’area dove i tuoi clienti possano accedere per scaricare dei moduli utili alla loro attività (per esempio, se sei un commercialista e hai dei moduli standard puoi inserirli sul sito invece di mandarli via mail)
  • Puoi creare del materiale gratuito per la divulgazione di argomenti in cui sei specializzato
  • Puoi attivare un’area per la richiesta di assistenza
  • Puoi studiare un contenuto affine alla tua attività, per esempio se sei un Hotel puoi far visualizzare una webcam della località in cui ti trovi, se sei una stazione sciistica puoi comunicare le condizioni della neve e delle piste attive.
  • Puoi creare un portfolio dei tuoi lavori/clienti. Per esempio se sei un Fotografo puoi pubblicare con cadenza regolare alcune delle tue immagini migliori.

Target e Concorrenza

Abbiamo parlato dei contenuti, ma per fare in modo che questi siano efficaci devono essere pensati per un target specifico.
Online c’è tanta concorrenza, l’unico modo che hai per emergere è quello di focalizzarti su un argomento o una nicchia specifica di persone.
Se vendi abbigliamento è molto difficile riuscire ad emergere in confronto ai colossi della moda in Italia e nel mondo. Devi per forza focalizzarti e lo puoi fare in 3 modi:

– Specializzati sul prodotto. Per esempio potresti promuoverti come ABBIGLIAMENTO DONNA IN TESSUTO NATURALE.
– Scegli una nicchia di persone. Puoi essere generalista nel prodotto, ma parlare ad un target di persone specifico, ABBIGLIAMENTO PER DONNE HIPSTER.
– Attività Locale. Restringi il tuo campo di azione e di concorrenza a livello locale: ABBIGLIAMENTO DONNA BRESCIA.

Ricordati che puoi usare questi 3 modi anche insieme, ABBIGLIAMENTO HIPSTER A BRESCIA oppure ABBIGLIAMENTO IN TESSUTO NATURALE PER HIPSTER A BRESCIA.

Ovviamente stai attento a non restringere troppo la nicchia, deve avere i numeri per essere profittevole.

Capisci dove vuoi andare

Ora che hai trovato la motivazione per cui un utente deve visitare il tuo sito web, hai capito a quale target rivolgerti e come differenziarti dai competitor, devi dare al tuo sito un obiettivo di business.
Come ti dicevo, ogni strumento che attivi per la tua azienda deve avere un ritorno. Inoltre, credo che i progetti senza obiettivi abbiano una percentuale di essere abbandonati quasi del 100%.

In base alle caratteristiche della tua azienda e ai contenuti che vuoi produrre potrai fissare uno di questi obiettivi:

  • Aumentare i clienti tramite richiesta di informazioni o preventivi
  • Portare gli utenti nel tuo punto vendita fisico
  • Aumentare le vendite del tuo ecommerce
  • Ottimizzare il servizio clienti spostando tutte le richieste online
  • Migliorare il Brand aziendale (Brand Awareness)

Se non hai chiaro l’obiettivo del tuo sito web ti consiglio di fermarti qui e di riflettere fino a che non lo avrai trovato.

[GUIDA PRATICA: Come aumentare il traffico sul sito internet]

Strumenti per aumentare le visite al sito

Ci sono migliaia di strategie per aumentare il traffico sul sito web, ma tutte si possono riassumere in 2 macro categorie:

DOMANDA CONSAPEVOLE e DOMANDA LATENTE

1) La domanda consapevole si riferisce ad utenti che stanno cercando qualcosa di specifico.
Per esempio lo strumento Google va ad intercettare ricerche consapevoli.
Gli utenti di questo tipo sono molto avanti nel processo di acquisto. Se riesci a conquistarli, probabilmente convertiranno in poco tempo.

Rientrano tra questi strumenti: Google, Google AdWords, Youtube, Linkedin, Amazon, Punto vendita fisico, Stand in fiera di settore.

2) La domanda latente si riferisce ad utenti che stanno navigando in rete senza un preciso scopo e venuti in contatto con una pubblicità si rendono conto di aver bisogno di quel prodotto o servizio.
Questi utenti potrebbero essere in qualsiasi punto del processo di acquisto, per questo non possiamo sapere quando convertiranno.
Grazie a strumenti sempre più affidabili ed “intelligenti” si può avere una buona probabilità che qualcuna delle persone interessate convertirà.

Per esempio le inserzioni di Facebook sfruttano l’intelligenza artificiale del social network per mostrare i post alle persone più interessate.

Rientrano tra questi strumenti: Facebook, Facebook Ads, Instagram, Linkedin, Twitter, Newsletter, Punto vendita fisico, cartelloni stradali o pubblicità tradizionali.

1) Aumentare il traffico tramite il posizionamento motori di ricerca SEO

Uno dei metodi migliori e più conosciuti per aumentare la propria visibilità online è quello di strutturare una strategia di indicizzazione sui motori di ricerca.

Questo vuol dire che andrai ad intercettare le ricerche dei tuoi potenziali clienti per portarli sul sito.
Quando ci riuscirai, avrai la grande possibilità di poter fornire loro la tua visione delle cose in relazione ad un argomento.

Posizionamento motori di ricerca

Per poter indicizzare il tuo sito sui motori di ricerca è necessario stabilire per quali parole chiave vorresti comparire sulla prima pagina di Google.
Puoi farlo in autonomia oppure richiedere un’analisi ad un esperto.
Tieni presente che molte volte le parole chiave che individui non hanno ricerche, sono troppo concorrenziali o sono fuori target.
Un’analisi professionale è sicuramente un buon investimento.

Individuate le parole chiave dovrai identificare i contenuti da produrre: pagine statiche, blog o portfolio.

Ricordati che molto probabilmente non sei il solo a voler indicizzarti per queste parole, i tuoi contenuti dovranno essere quindi completi, esaustivi e comprensibili. Insomma, dovranno essere i migliori.

La SEO è una strategia organica, cioè non paghi Google per comparire, per questo è una strategia a lungo termine. L’algoritmo deve avere il tempo di analizzare e valutare le tue pagine.
Per un sito nuovo possono volerci dai 2-3 mesi, per un sito avviato anche pochi giorni.

Se vuoi avere maggiori informazioni riguardo questo argomento leggi la mia Guida SEO.

2) Aumentare il traffico tramite AdWords

Se vuoi aumentare la visibilità su Google in maniera veloce o in un mercato molto concorrenziale, puoi affidarti ad AdWords.
AdWords è lo strumento di sponsorizzazione di Google che ti permette di essere tra i primi risultati di ricerca stanziando un budget pubblicitario.

Come abbiamo detto prima, l’utente che cerca su AdWords spesso è in procinto di compiere l’azione di acquisto. Per questo spesso è molto profittevole investire budget per portare persone al sito.

Questo strumento di sponsorizzazione ha lo stesso meccanismo di base della SEO. Devi individuare una serie di parole chiave per le quali vuoi essere trovato, quando un utente clicca sul vostro annuncio pagherete la somma stabilita.
Per questo il metodo è detto “Pay per Click“.

Il costo di ogni click dipende sopratutto dalla concorrenza della parola chiave che acquistate.
Ogni volta che un utente fa una ricerca viene fatta un’asta virtuale, l’azienda che offre di più viene mostrata per prima.
Un click può costare da 0,10cent per parole di poca concorrenza a 2/5€ o oltre per parole competitive.

Quanto cosa AdWords, qualche esempio:

  • abbigliamento donna brescia 0.10€ a click, persone che cercano questa parola ogni mese 30
  • abbigliamento donna 0.79€ a click, persone che cercano questa parola ogni mese 8.100
  • case a brescia 0.48€ a click, persone che cercano questa parola ogni mese 70
  • auto fiat 0.36€ a click, persone che cercano questa parola ogni mese 1.900
  • vacanze in sardegna 0.97€ a click, persone che cercano questa parola ogni mese 4.400
  • casa in sardegna 0.78€ a click, persone che cercano questa parola ogni mese 320

Dati: SeoZoom

Tieni presente che non tutte le persone che cliccano sui tuoi annunci faranno un acquisto. Per capire se la tua campagna è in attivo dovrai fare questo calcolo:
Totale € spesi in un mese : Utenti che hanno convertito = costo per ogni nuovo cliente.

Ora sta a te decidere quanto puoi spendere per acquisire un nuovo cliente.

3) Content Marketing: scrivi contenuti memorabili

I contenuti sono la chiave di ogni strategia online, ancora di più se stiamo parlando di Web Marketing per il Sito Internet.

Ogni volta che pubblichi qualcosa sul sito immagina di aver davanti un potenziale cliente, dovrai sfoderare tutte le tue armi migliori per riuscire a “portartelo a casa”.

Questo in termini di contenuti vuol dire che dovrai scrivere dei testi memorabili.
Attento bene alla frase che hai appena letto.
Io sono convinta che i migliori contenuti per un sito web che converta debbano essere scritti direttamente dall’imprenditore, soprattutto se stiamo parlando di un blog.

Prova a pensare a questo articolo, pensi che un copywriter avrebbe potuto scriverlo in autonomia? Anche dopo avermi fatto un’intervista, è davvero difficile riuscire a ottenere risultati così.

Quello che ti consiglio è di scrivere i contenuti dei tuoi articoli, ma prima dovrai studiare alcune tecniche di copywriting.
Se non sei sicuro di quello che hai scritto fallo rivedere ad un professionista, ma poi rileggilo e assicurati che non abbia tolto quelle sfumature che solo tu e il tuo cliente potete vedere.

Se hai un sito aziendale molto istituzionale, puoi richiedere la consulenza di un copywriter per la redazione delle pagine statiche. Anche in questo caso assicurati che il suo metodo sia ottimizzato per riuscire a comprendere al meglio i tuoi punti di forza e a comunicare al target con un tono di voce efficace.

La strategia di Content Marketing ha una doppia valenza: è utile per creare pagine che si indicizzino velocemente sui motori di ricerca e stimolano molto il passaparola.
Se riuscirai a creare un contenuto UTILE le persone saranno spinte in maniera naturale a volerlo inviare ai loro colleghi o a condividerlo sui propri profili social.

4) Social Media Marketing

I social sono stati la vera rivoluzione dal 2006 ad oggi. Hanno cambiato radicalmente il nostro modo di vivere, pensare e prendere decisioni.

Grazie ad un linguaggio chiaro ed emozionale è possibile influenzare le abitudini di acquisto di milioni di persone.

Facebook

Tra i social più conosciuti c’è Facebook, utile a tutte le aziende BtoC e ad alcuni mercati BtoB.
Ogni attività può aprire una pagina e condividere con i propri followers immagini, video e testi.

Prima di aprire una pagina ricordati che devi avere un obiettivo da affidargli ed una strategia per raggiungerlo. Se vuoi capire come fare, leggi la mia GUIDA su Facebook.

Puoi utilizzare questo social anche per intercettare degli utenti in target selezionando alcuni Gruppi Facebook che parlano di argomenti affini al tuo Business.
Iscriviti al gruppo, capisci come è composto l’ecosistema, inizia ad interagire e diventa una figura influente tramite la divulgazione dei contenuti e aiutando gli altri membri.
Non fare mai SPAM o pubblicità su questi gruppi.

Instagram

È il social media in maggiore crescita degli ultimi anni, ha una penetrazione pazzesca e una capacità di tenerti attaccato allo smartphone quasi paurosa.
Ogni azienda dovrebbe capire se e come intercettare questo pubblico.

Sicuramente devi avere 2 prerogative: una storia da raccontare e delle immagini/video da condividere.

Con Instagram puoi creare una community appassionata che potrai spostare facilmente sul tuo sito web.
Il social mette a disposizione principalmente 2 tipi di link:

  • il link in bio
  • il link nelle stories (attivato solo dopo aver raggiunto 10.000 followers)

Se vuoi capire meglio come sfruttare Instagram per la tua azienda, leggi la mia GUIDA su Instagram per Aziende.

Youtube

Youtube è uno strumento potentissimo, un ibrido tra un social network e un motore di ricerca basato sui contenuti video.
Sembra assurdo, ma ad oggi è il secondo motore di ricerca più utilizzato dopo Google!
Per questo puoi creare contenuti video che rispondano alle ricerche del tuo utente target per poi cercare di portarlo sul tuo sito tramite i link nella descrizione.
Con Youtube potrai anche intercettare gli interessi delle persone che stanno guardando altri video grazie alle sua funzione “video simili”.

5) Social ADS

La maggior parte dei social network sono gratuiti, sia per le persone sia per le aziende, ma se vuoi usarli per il tuo business è necessario investire.
Facebook ha creato una piattaforma molto avanzata grazie alla quale puoi scegliere un target ben definito a cui mostrare i tuoi post.

Per portare traffico al sito tramite i social è necessario creare post con il link al sito web. Ricordati di fare un post interessante così da essere premiato da Facebook e una landing page che converta.
Pagherai per ogni persona che clicca sul tuo link, quindi, dovrai aumentare il più possibile il tasso di conversione per ammortizzare i costi.

Qui puoi vedere un esempio di post sponsorizzato su Facebook, su Instagram e su Linkedin:


Puoi creare delle campagne di web marketing continuative che portano traffico al tuo sito, spesso si usano le Facebook ADS come l’inizio di un Funnel.
Ricordati di testare diverse immagini, video e testi per ottimizzare al massimo la spesa.

6) Web Design

Portare un utente sul sito non è sufficiente per raggiungere il tuo obiettivo.
Oltre a mostrargli dei contenuti di qualità e in target, il sito deve essere ottimizzato per offrire la migliore esperienza al visitatore.

Qui alcune caratteristiche base che deve avere un sito:

  • Responsive, la struttura deve adattarsi ai diversi dispositivi (PC, TV, Smartphone e Tablet)
  • Velocità, l’utente naviga velocemente tra le tue pagine e quelle dei tuoi competitor, più il tuo sito è veloce più rimarrà a visitarlo
  • Usabilità, l’utilizzo del sito deve essere intuitivo, l’utente deve capire cosa può fare e come farlo. Meno click deve compiere per arrivare all’obiettivo, meglio è.
  • Grafica, rendi affidabile ed autorevole la tua immagine utilizzando una grafica professionale e in linea con il tuo logo aziendale. Questo aiuterà l’utente a capire che può fidarsi di te.

7) Newsletter

La Newsletter è uno strumento che non ti porta nuovi utenti, ma ti aiuta a fidelizzare quelli attuali.
Ricordati che è meno costoso portare a riacquistare un tuo cliente piuttosto che ottenerne uno nuovo.
Per questo devi convincere tutti gli utenti ad iscriverti alla newsletter, così che possano ricevere i tuoi aggiornamenti e visitare nuovamente il sito web.
Come puoi immaginare, persuadere una persona a lasciarti il suo indirizzo mail non è facile: devi dargli una valida motivazione.

Ecco alcuni esempi:

  • Promettere di inviare a cadenza regolare mail con novità molto importanti per loro
  • Inviare in cambio un regalo, per esempio un eBook, una fotografia o qualcosa di fisico se hai budget
  • Concedere uno sconto sui tuoi prodotti
  • Accedere a dei materiali o a delle pagine riservate con contenuti di valore

In ogni caso, ricordati di rendere ben chiaro all’utente a cosa si sta iscrivendo e quali vantaggi riceverà.
Inoltre, mantieni sempre la promessa che hai fatto.

8) PR e Influencer Marketing

L’Influencer Marketing è l’evoluzione delle PR offline. Si tratte di individuare delle persone che hanno un seguito in target con il nostro prodotto. In questo caso sfrutteremo la loro credibilità e la community che hanno costruito per sponsorizzare il nostro brand.
Ovviamente è necessario raggiungere un accordo economico o di scambio con gli influencer. Esso cambia a seconda della loro esperienza e dei vantaggi che puoi fornire loro.

Fai attenzione perché non basta scegliere una persona molto conosciuta online, essa deve avere 2 caratteristiche molto importanti:
– i suoi valori devono essere allineati a quelli del tuo brand. Per esempio se vendi abbigliamento sportivo estremo dovrai trovare una persona che crede nei valori dello sport, della libertà e dello spingersi oltre i propri limiti.
– deve avere una community in target e attiva. Per il tuo brand di abbigliamento sportivo avrai bisogno di persone che pratichino questi sport e sopratutto che seguino attivamente quello che consiglia l’influecer.

Puoi attivare questa strategia sui social, per esempio su Instagram, ma anche sul sito, ospitando un Guest Post sul tuo blog o ancora fare un Guest Post su un blog autorevole inserendo il tuo link.

9) Offline

Spesso ci si dimentica che il limite tra online e offline è sempre più sottile.
Se hai un’attività offline, ricordati di inserire sul materiale di comunicazione e nel punto vendita i collegamenti al sito e ai social. Chi ti conosce dal vivo sarà molto più propenso a seguirti anche online e ad iscriversi alla newsletter per rimanere aggiornato.

Iniziative molto importanti sono le fiere, dove puoi intercettare nuovi potenziali clienti in target, ma soprattutto i convegni ed i corsi.
Se hai la possibilità di parteciparvi come relatore, sottolinea sempre di seguirti online. Queste persone hanno già un’alta considerazione di te e non vedranno l’ora di iscriversi alla newsletter o darti un “follow” per continuare a seguirti.

10) Video

BONUS: AGISCI e INNOVA

Le linee guida che ti ho elencato finora funzionano e sono valide in tutti i settori.
Se vuoi fare la differenza, se vuoi davvero centralizzare tutto il traffico di un settore sul tuo sito, devi fare di più.
Qui entra in gioco lo studio e la creatività.
Chi riesce a raggiungere davvero dei risultati straordinari ha 3 caratteristiche fondamentali:
Agisce, Testa e Persevera.

Ti consiglio di prendere le mie strategie, analizzare i competitor del tuo settore, verificare se ci sono dei progetti web da cui puoi prendere spunto e iniziare ad AGIRE.
Solo a questo punto potrà entrare in azione la creatività.
Iniziando a TESTARE troverai strumenti più o meno utili per te e grazie alla PERSEVERANZA arriverai ad un metodo che funziona per te, la tua formula magica.

La mia speranza è quella che tu possa iniziare subito a sperimentare qualcuna di queste strategie per convincerti della loro reale efficacia.

 

Se ti è piaciuto il mio articolo, hai qualche domanda o vuoi suggerirmi un argomento per un prossimo post, ti aspetto qui sotto nei commenti.
I commenti mi rendono felice 🙂

Se vuoi continuare a ricevere aggiornamenti sul mondo del Digital Marketing, iscriviti alla mia newsletter inserendo la tua mail nel box blu.

Think.Plan.Do,
Giulia.

Ottieni il massimo dal Digital Marketing e migliora l'efficacia della tua azienda online.

Inserisci qui il tuo indirizzo mail e ricevi gratis ogni mese il Report e le Guide pratiche per ottenere risultati per la tua azienda.