Come Gestire una Pagina Facebook per aziende: come funziona

In questa pagina ti spiegherò nel modo più semplice possibile cosa comporta gestire una Pagina Facebook per aziende, come funziona e a cosa serve.
Non ti spiegherò perché Facebook ha fatto successo e come aprire un profilo, ormai questo è chiaro a tutti. Voglio spiegarti come anche tu puoi sfruttare questo canale per promuovere la tua azienda, vedrai cosa comporta portarla online, con quali costi e tempi. Vedremo soprattutto quali sono i passi da fare PRIMA di aprire una Pagina Facebook Aziendale.

Finalmente capirai se alla tua azienda è utile Facebook e che traguardi puoi raggiungere.

Mi capita tutti i giorni di parlare con imprenditori di strategie social; quando si parla di Social Media subito la mente visualizza Facebook, questo perché è stato il primo ed oggi è il più popolato.
Viene dato per scontato conoscere Facebook, ma non tutti notano la leggera differenza tra utilizzarlo per svago o per lavoro.
Una volta ho proposto un corso introduttivo per la gestione in autonomia degli strumenti social; quasi mi risero in faccia: “ma Facebook lo so usare“, disse.
Ok, lo sappiamo usare tutti, ma… a cosa serve Facebook per la tua azienda? Quali obiettivi hai? Li stai raggiungendo?
Solo allora l’imprenditore si rese conto che essere sui social non è sufficiente per avere una comunicazione efficace.

Non sono qui per spiegarti le miracolose potenzialità di Facebook per le aziende, quanti clienti potrai attrarre o come sia impossibile non esserci. Che Facebook per il business funziona, lo sappiamo già.

Andiamo dunque al sodo.

Oggi Facebook è il migliore strumento di comunicazione per moltissime attività, (Attenzione, ho detto moltissime, non tutte. Più avanti vedremo per chi non è adatto Facebook) per questi motivi:

  • è facile da usare
  • sono presenti moltissime persone (anche i tuoi clienti)
  • puoi targettizzare il pubblico e spendere in relazione alle esigenze della tua attività

2. A cosa serve Facebook per la tua azienda?

A seconda dell’attività puoi stabilire obiettivi diversi, ecco i più comuni:

  • comunicare con i tuoi clienti o potenziali
  • promuovere i tuoi prodotti o servizi
  • fidelizzare i tuoi clienti e farti ricordare
  • aumentare la reputazione e la conoscibilità della tua azienda
  • fare assistenza post vendita
  • raccogliere recensioni o commenti sui tuoi prodotti e servizi
  • stimolare il passaparola

3. Per la tua azienda ha senso essere su Facebook?

Se vuoi raggiungere uno degli obiettivi scritti sopra, Facebook potrebbe fare al caso tuo. Ma ci sono ancora alcune cose da chiedersi:

  • Il tuo target è presente su Facebook?
  • Hai qualcosa da dire al tuo target che possa essere fruibile su Facebook?
  • Hai del tempo e/o delle risorse economiche da dedicare?

Se hai risposto si a tutte e 3 le domande, allora sei pronto per lanciarti sui social!

Non sei sicuro delle risposte che hai dato? Ti faccio degli esempi:

Esempio 1: Sono un gelataio di Firenze
Il tuo target è presente su Facebook? I miei clienti ideali sono uomini e donne dai 13 ai 60 anni che abitano nel mio quartiere e che amano i dolci. Si loro sono sicuramente su Facebook.
Hai qualcosa da dire al tuo target che possa essere fruibile su Facebook? Il gelato e il cibo in generale sono molto apprezzati online, potrei parlare degli ingredienti, mostrare le foto delle coppe gelato, dei miei clienti soddisfatti e del personale al lavoro. Si, ho dei contenuti.
Hai del tempo e/o delle risorse economiche da dedicare? Posso dedicare 1 ora al giorno per creare e condividere contenuti, inoltre farò un corso per migliorare la strategia e dedicherò un po’ di budget per la sponsorizzazione. Si dedicherò tempo e denaro.

Molto probabilmente attivare un’attività online per la tua azienda sarà la scelta giusta e avrai molti risultati positivi.

Esempio 2: Sono il titolare di un’azienda che produce presse a Brescia
Il tuo target è presente su Facebook? I miei clienti sono imprenditori o capi reparto italiani e stranieri, dai 35 ai 70 anni sopratutto uomini. Probabilmente alcuni di loro, sopratutto i più giovani, hanno un profilo. Alcuni miei clienti o possibili clienti sono su Facebook.
Hai qualcosa da dire al tuo target che possa essere fruibile su Facebook? Di argomenti da trattare ce ne sono molti. L’argomento “presse” però, non è tra i più discussi sui social. Probabilmente non avrei un pubblico molto ampio a cui parlare. L’argomento non si presta ai social.
Hai del tempo e/o delle risorse economiche da dedicare? Non ho tempo da dedicare per seguire il canale e per creare i contenuti, potrei affidare questo compito alla ragazza dell’amministrazione. Se poi andrà bene, proveremo a fare della pubblicità a pagamento. Non dedicherò tempo e denaro.

Con queste premesse le possibilità di successo sono minime. Il settore non ha molto appeal sui social, inoltre, se il compito viene affidato a qualcuno di non qualificato e senza un budget adeguato, l’esperimento avrà poche possibilità di successo.

Tornando a noi, se hai deciso di approdare su Facebook con la tua azienda devi sapere che all’iscrizione non dovrai creare un profilo, ma un Pagina.
Devi stare molto attento perché solo con una Fan Page potrai registrarti come azienda, inoltre avrai la possibilità di creare delle inserzioni a pagamento, cosa impossibile per i profili personali.

4. Come Aprire una pagina Facebook

Aprire una pagina Facebook è facile grazie ad una procedura guidata step by step.
Una volta loggato con il tuo profilo, collegati a questo link: https://www.facebook.com/pages/creation/
scegli la categoria che più si addice al tuo band, inserisci il nome e l’indirizzo (se hai una sede fisica) e una breve descrizione dell’attività.
Ricordati che lo username della pagina, quello preceduto dalla @ es. @giuliagasp, non potrà essere cambiato fino al raggiungimento di 200 like.

Negli step successivi dovrai inserire la foto del profilo, per esempio il logo, e la foto di copertina, la foto dell’azienda o di una tua campagna pubblicitaria.

A questo punto la pagina sarà creata, vai nelle impostazioni per completare tutti i dettagli:
Orari, Numero di Telefono, Descrizione Lunga, ecc.

5. Struttura di una pagina Facebook

La pagina Facebook ha una struttura variabile, il social infatti è in continuo aggiornamento per far si che l’utente si annoi il meno possibile.
Gli elementi fondamentali di una pagina sono:

  • Copertina: può essere una foto, un video o uno slideshow.
    È importante perché è la prima cosa che un nuovo utente vede della tua azienda. Come sai la prima impressione è importantissima.
    Inserisci immagini di qualità e che facciano capire di cosa ti occupi e qual è il tuo punto forte.
  • Immagine del Profilo: se gestisci la pagina di un’azienda, qui dovrai inserire la foto del logo, se gestisci la pagina di un personaggio pubblico, puoi inserire un ritratto.
    Questa immagine deve essere quadrata e con un alto livello di visibilità, perché viene visualizzata anche molto piccola.
  • Timeline: la parte centrale è occupata dai post della pagina, cioè tutti i contenuti che hai pubblicato nel tempo. Ricordati che i post sono visualizzati in ordine cronologico, ma hai la possibilità di fissare un post in evidenza, così da dare rilevanza ad alcuni contenuti strategici.
  • I numeri della pagina: della sezione di destra vengono elencati i numeri della pagina, cioè i “mi piace”, le persone che ti seguono, le persone che sono state fisicamente nella tua azienda e le pagine che ti piacciono.
  • Pulsante Call To Action: sotto l’immagine di copertina è possibile attivare un pulsante per indicare all’utente l’azione da compiere.
    Qui è necessario inserire un link, per esempio alla Home del sito, alla pagina di vendita, alla sezione e-commerce, ecc. Tutto dipende dalla strategia che vuoi adottare.
  • La sezione Informazioni: questa è da vedere come una pagina “Contatti”, sono presenti indirizzo, orari, mappa, informazioni sui servizi, costi, menu ecc.
  • Foto e Video: sono presentate tutte le foto e i video pubblicati sulla pagina. Esse sono divise in: Foto o video del diario, Foto pubblicate da applicazioni (es. condivise da Instagram) e album tematici (es. Foto del Team, Foto di un evento, ecc.)
  • Eventi: ogni pagina ha la possibilità di creare degli eventi. Essi sono delle piccole pagine con tutte le informazioni relative ad un evento. Devono avere una data di inizio e di fine e le persone interessate posso decidere se partecipare.
    In questa pagina vengono elencati tutti gli eventi tenuti dall’azienda, passati e futuri.
  • Community: ogni utente ha la possibilità di pubblicare un contenuto sulla tua pagina. Questo contenuto avrà una visibilità molto bassa, ma saranno riuniti tutti in questa pagina.
    È utile per capire cosa pensa il tuo pubblico e prendere spunti per miglioramenti o nuovi servizi.
  • Informazioni e Inserzioni: in questa sezione Facebook mostra le inserzioni pubblicitarie attive per la pagina. Questa è una funzione rilasciata a giugno 2018 per migliorare la trasparenza sulla piattaforma.
  • Le recensioni: questa è una delle sezioni più importanti lato business, i tuoi attuali clienti possono esprimere il loro giudizio tramite la valutazione in stelline e scrivendo un commento.
    Avere delle recensioni positive è importante per migliorare la visibilità della pagina e aumentare la fiducia nei potenziali clienti.

6. Come creare un post Facebook

Le tipologie di post che si possono creare sono davvero molte.
Come vediamo nell’immagine sotto possiamo pubblicare: video, foto, slideshow, dire come ci sentiamo, registrarci in un luogo, sostenere una causa no profit, comunicare il raggiungimento di un traguardo, promuovere un prodotto, creare un evento, ecc.

I 3 contenuti che funzionano meglio sono:

  • Post di foto o multifoto con didascalia correlata
  • Post con video o slideshow di foto con didascalia
  • Link al sito web con immagine inerente e didascalia motivi a visitare il link

Una volta creato il post è possibile: salvarlo in bozza, programmarlo nel futuro o nel passato (scegliendo data e ora) o pubblicarlo subito.

7. I ruoli della pagina Facebook

Quando crei una pagina Facebook l’unico a poter pubblicare sei tu, cioè il profilo con il quale hai creato la pagina.
Molto spesso la pagina deve essere gestita da più persone, per esempio i tuoi collaboratori.
Per questo puoi andare nel pannello Impostazioni -> Ruoli della Pagina e aggiungere la nuova persona inserendo il nome e cognome con il quale è iscritta a Facebook o tramite indirizzo mail.

Puoi assegnare ad ogni utente diversi ruoli, a seconda dei quali avrà più o meno liberà di azione all’interno della pagina.
Il ruolo con maggiori privilegi è l’Amministratore, poi c’è l’editor, il moderatore, l’inserzionista e l’analista.
Ricordati che l’amministratore può gestire i ruoli della pagina e quindi rimuoverti dalla gestione.

Complimenti, hai creato la tua pagina! E ora?

Ora è necessario costruire una strategia basata sui contenuti e sugli obiettivi che vuoi raggiungere.

8. Il Calendario editoriale

  • prendi un calendario settimanale
  • scegli quanti post vuoi fare a settimana
  • scegli che tipo di post vuoi fare in quel determinato giorno e quale obiettivo vuoi raggiungere
  • decidi se e quanto vuoi investire in pubblicità

Esempio di calendario editoriale:

Sono un produttore di mangime per cani:

  • voglio creare 3 post alla settimana (martedì, giovedì e sabato)
  • contenuti:
    – ricetta di alimentazione sana
    – foto di un cane inviata dai clienti
    – promozione di un prodotto
  • obiettivi:
    – aumentare la visibilità della marca
    – stimolare il passaparola
    – fidelizzare il cliente
  • per il primo mese stanzierò 100€ di pubblicità

Qui puoi scaricare un esempio di Calendario Editoriale Settimanale per Facebook in PDF.

9. Cosa pubblicare sulla pagina Facebook

Sei in crisi di contenuti? Ecco cosa devi fare per non andare in astinenza:

  • segui i tuoi concorrenti, cosa fanno? Di cosa parlano?
  • quali problemi hanno i tuoi clienti? Cerca di risolverli sfruttando i social
  • stimola l’interazione dialogando con loro, ti daranno spunti interessanti
  • aggiornati, aggiornati, aggiornati. Sei il punto di riferimento per il tuo settore, devi sapere tutto e divulgarlo per posizionarti come esperto.

Attenzione: Occhio al Personal Branding

Molti imprenditori capiscono la potenzialità dei social, ma non hanno tempo di seguirli, così affidano ad altri la gestione delle pagine. Allo stesso tempo utilizzano i propri profili social in maniera sconsiderata, non pensando che per il cliente finale, il profilo dell’imprenditore e la pagina aziendale, sono sullo stesso piano.
La gestione della propria immagine tramite una strategia si chiama Personal Branding. Se hai una ditta o un negozio, sei conosciuto da tutti per esserne il titolare. La tua immagine, sopratutto online, dovrà essere curata in maniera tale che non danneggi la tua azienda.
Fai sempre attenzione a quello che posti o condividi, tutti i tuoi clienti lo assoceranno alla tua azienda.

10. Chi vede i post della tua pagina Facebook

Se hai una pagina Facebook già attiva ti sarai accorto che i post che pubblichi non vengono visti da tutti gli utenti su Facebook, non solo, neanche da tutte le persone che hanno messo like alla tua pagina.

Devi sapere che le maggiori entrate di Facebook sono date dalle sponsorizzazioni a pagamento, per questo limita la visibilità dei tuoi post, così che tu sia costretto a investire del budget per raggiungere il tuo target.
In media un post viene visto dal 6% degli iscritti alla pagina, percentuale destinata a calare.

Inoltre il cuore di Facebook è composto dal suo Algoritmo, cioè un processo automatico che reagisce in maniera diversa a secondo dei contenuti che posti.
Banalizzando molto: più un contenuto piace al tuo pubblico, maggiori visualizzazioni potrà avere.
Il tasso di gradimento è stabilito dall’algoritmo che analizza migliaia di fattori.

Per questo se vuoi utilizzare Facebook per la tua azienda devi rispettare 2 regole:

  • creare contenuti di qualità che piacciono al tuo pubblico
  • investire in sponsorizzazioni

Queste sono le regole del gioco.

11. A che ora pubblicare su Facebook

Uno dei fattori che Facebook analizza per decidere se premiare la visibilità del tuo post è la percentuale di persone interagisce entro pochi secondi dalla pubblicazione.
Quando pubblichi un contenuto, Facebook lo mostra ad alcune persone, a seconda delle loro reazioni deciderà se mostrarlo ad altri o no.
Per questo è importante pubblicare quando hai maggiori possibilità che il tuo pubblico sia online.

Esistono dei momenti della giornata in cui il pubblico è più attivo, per esempio la mattina prima di iniziare il lavoro, in pausa pranzo e la sera.
La cosa migliore però, è capire quando è online il TUO pubblico. Grazie agli strumenti di analisi puoi farlo.
Vai nella sezione Insight -> Post, qui puoi vedere giorno per giorno quando le persone hanno interagito con i tuoi post e gli orari di punta.
Prova a pubblicare nella mezzora precedente al picco di utenti.

12. Aumentare i fan della pagina Facebook

Per aumentare i like alla tua fan page ci sono diversi modi. Per poter ottenere buoni risultati è ottimale testarli e verificare quelli che funzionano meglio per te.

Ecco alcune strategie:

  • Sponsorizzare: Facebook mette a disposizione la possibilità di promuovere a pagamento la tua pagina, mostrandola ad un target potenzialmente interessato.
  • Icone social: inserisci le icone social e il suggerimento a mettere Mi Piace su tutto il tuo materiale di comunicazione (sito, biglietto da visita, punto vendita, altri social, ecc)
  • Utilizza il tuo profilo: hai la possibilità di invitare tutti i tuoi amici a mettere like alla pagina che gestisci. Cerca di non aggiungere tutti indiscriminatamente ma solo quelli che possono essere davvero interessati.
  • Community: sfrutta la rete per farti conoscere, intervieni in maniera coerente ed educata in gruppi Facebook, commenta blog, si attivo su altri social, scrivi a Pagine a te affini. Attenzione, non devi fare spam ma creare relazioni.
  • Diventa virale: una delle strategie più efficaci, ma anche più difficile è riuscire a fare diventare virale un contenuto. Questo vuol dire che moltissime persone vedendo il tuo post e sono spinte a condividerlo sui loro profili.
    Per far si che questo accada il contenuto deve essere speciale. Es. video divertenti, contest, real time marketing, fake news, ecc.

13. Dati utenti Facebook

Facebook è ad oggi il social network più utilizzato la mondo, ecco i numeri a gennaio 2018

Numero utenti attivi al mese: 2.200.000.000
Numero utenti attivi al giorno: 1.450.000.000
Social più usato in: Nord e Sud America, Europa, Africa, India, Oceania, Sud-Est Asiatico
Numero utenti attivi in Italia al mese: 34.000.000

14. Costi Facebook per aziende

Come abbiamo visto fino ad adesso Facebook mette a disposizione la creazione di profili e pagine in maniera gratuita. Ad oggi puoi creare tutti i tipi di contenuti che vuoi in un numero illimitato.
Facebook vive dei contenuti degli utenti quindi non andrà mai a limitarli.
Facebook è gratis, ma non la sua gestione.

Ecco alcuni dei costi che devi affrontare se vuoi utilizzare al meglio Facebook per il tuo business:

  • il tuo tempo
  • consulente di Web Marketing o esperto in ADS per strategia e sponsorizzazione
  • budget per sponsorizzazione dei post
  • fotografo o videomaker per la creazione di contenuti di qualità
  • social media manager o copywriter per la creazione dei post e la pubblicazione
  • corsi di formazione, libri
  • software per la gestione o l’analisi

Ricordati che tutti questi costi sono mensili e continuativa. A seconda delle tue abilità avrai potrai fare intervenire più o meno professionalità all’interno della gestione della pagina.
Mediamente una pagina Facebook per una piccola attività gestita in maniera professionale ha un costo minimo di 500€ al mese.

15. Come promuovere un azienda su FB

Saper promuovere una pagina Facebook è fondamentale per aver un ritorno di business.

Per prima cosa devi sapere che ogni post che pubblichi può essere sponsorizzato, cioè mostrato come pubblicità ad un determinato numero di utenti.
Quando promuovi un post puoi scegliere il pubblico più idoneo (età, luogo, sesso, interessi, etnia) e stabilire un budget.
Più investi, maggiori saranno le persone che visualizzeranno il post.
Ma non è così semplice.

A seconda dalla qualità del post, Facebook lo premierà o lo penalizzerà a livello di visibilità.
Es. se un post piace al tuo pubblico potresti spendere 0,02cent a visualizzazione, se invece non piace il costo potrà salire a 0,20cent.
A parità di budget totale, es. 10€, il post che non piace verrà mostrato a meno persone.
500 persone per il post bello, 50 persone per il post brutto.

Tutti possono sponsorizzare facilmente su Facebook, ma il mio consiglio è di stare molto attenti.
Se ben chiari gli obiettivi da raggiungere e non sai misurare i risultati, potresti spendere soldi inutilmente.

Credo che la parte più importante da dare in gestione ad un professionista per la crescita di una pagina Facebook sia proprio la gestione delle Ads.

Questa è una guida completa per capire cosa vuol dire aprire una pagina Facebook per la tua azienda e quali sono le caratteristiche principali.
Per creare qualcosa di efficace, duraturo e misurabile hai bisogno di un professionista che crei insieme a te una strategia e predisponga un piano a lungo termine e sostenibile.
Ogni realtà ha una storia unica, così come deve essere unica la strategia e il piano media.

16) Video: Come gestire e fare crescere la tua pagina Facebook

Vuoi sfruttare la potenza dei Social Network e vuoi affidarti ad un Social Media Manager? Decideremo insieme qual è l’affiancamento giusto per la tua azienda. Contattami senza impegno.

Ottieni il massimo dal Digital Marketing e migliora l'efficacia della tua azienda online.

Inserisci qui il tuo indirizzo mail e ricevi gratis ogni mese il Report e le Guide pratiche per ottenere risultati per la tua azienda.