fbpx

Facebook e Instagram ADS per Attività Locali: Ristoranti e Negozi

Facebook e Instagram Ads sono lo strumento che performa meglio per le attività locali.

Se hai un ristorante, un bar, un negozio, un centro estetico o un parrucchiere devi sapere che le pubblicità social a livello locale rientrano in una delle categorie dove il ritorno dell’investimento è più altro e tangibile.

Ci sono solo 3 regole da rispettare per far si che i social diventino il motore principale della tua attività e oggi le vediamo insieme.

Quali sono le attività Locali?

Prima di tutto inquadriamo bene cosa vuol dire attività locale:
sono tutti quei piccoli business che offrono prodotti e servizi per persone che risiedono in un raggio specifico rispetto alla loro sede.
Nella maggior parte dei casi parliamo di attività commerciali con un locale aperto al pubblico, ma può rientrare in questa categoria anche chi propone servizi presso il cliente, per esempio idraulici ed elettricisti.

Io ridurrei questa classificazione alle sole attività di servizi che si rivolgono al BtoC, cioè al cliente finale, perché sopratutto dopo la pandemia le attività di Servizi BtoB possono potenzialmente svolgere la propria attività da remoto per tutta Italia.

La prima regola per far si che una campagna di Web Marketing Local possa funzionare è:

1) La Qualità del prodotto

Sembra scontato ma non lo è. Se pensi che il solo motivo di avere una vetrina in città ti possa portare clienti stai facendo un grande errore.
Le attività che funzionano meglio sono quelle che si posizionano nel posto giusto e che soddisfano un bisogno presente, ma non ancora colmato.

Per esempio, potresti scegliere un quartiere con molti uffici dove sono presenti solo piccoli bar e aprire un ristorante specifico per la pausa pranzo.

A livello strategico potrebbe aver più successo rispetto ad aprire una pizzeria in un quartiere altamente popolato, perché ormai di pizzerie ce ne sono ad ogni angolo.
Ovvio che se la pizza che proponi è diversa da tutte le altre, allora potresti avere un ulteriore angolo di attacco.

Ogni punto di forza, di debolezza e di differenziazione sono fondamentali per la tua campagna. Segnali su un foglio e utilizzali sempre.

2) Semplicità

Prima ti ho detto che le attività locali sono uno dei settori dove si ha il più alto ritorno dell’investimento, ma perché?
Perché i social lavorano bene se intercetti il pubblico giusto e tu hai la possibilità di restringere il pubblico in base ad un raggio geografico molto piccolo. Questo vuol dire che statisticamente avrai più possibilità di mostrare il tuo annuncio alla persona giusta.

Prova a pensare di dover vedere delle scarpe da bambino a Brescia oppure in tutta Italia.
Ora potrai dirmi, se punto a tutta l’Italia ho più persone a cui mostrarmi e che possano essere interessate alle mie scarpe.
Giusto, ma non hai considerato il budget.
Quanto ti costerebbe intercettare tutte le persone a cui potenzialmente possono interessare delle scarpe da bambino? Un enormità! E l’investimento non sarebbe mai ripagato.
Se invece vuoi mostrare il tuo annuncio ad un pubblico preciso residente il provincia di Brescia, i budget iniziano ad essere più ragionevoli.

Con un’attività locale hai la possibilità di far funzionare al meglio l’algoritmo restringendo il target, per questo la tua strategia dovrà essere molto semplice, non dovrai creare funnel contorti che rischiano di far perdere l’utente.

Il secondo vantaggio che hanno le attività local è che spesso hanno poca concorrenza online. Prova a chiederti quanti dei tuoi competitor usano bene e con costanza le campagne social, c’è posto anche per te?
Questo vuol dire che, se hai un buon prodotto, l’unica cosa che ti serve è la visibilità, venire in contatto con le persone giuste ad un basso costo.

Le persone devono solo sapere che esisti e cosa offri e risultati arriveranno.

Quando dico Semplicità devi ricordarti che l’unico obiettivo che devi dare alle campagne ADS è quello di portare le persone in negozio/locale, poi dovrai essere bravo tu a convertire e farli tornare.

3) Ottimizzazione delle Campagne

Veniamo alla parte pratica della campagna.
In primo luogo ricorda che sponsorizzare i singoli post non vuol dire che stai facendo una campagna di web marketing, ma semplicemente stai pagando per avere più visualizzazioni ad un post.

Se vuoi fare una campagna che funzioni devi prima di tutto utilizzare il Business Manager e non il pulsante blu “metti in evidenza il post”.

Ogni singolo annuncio della campagna deve avere un messaggio chiaro e deve illustrare un solo prodotto o servizio.

Sappi che hai poche possibilità di tracciare online se le cose stanno funzionando, ma è chi sta in negozio deve avere il polso della situazione.
Per questo, se nella campagna proponi un prodotto alla volta o fai delle promozioni specifiche, potrai capire al volo se quel cliente proviene dall’online o dal passaparola.

Il budget giusto per le campagne Facebook

Ok, ma quanto devo spendere?
Quando si fa un budget media si dovrebbe destinare una parte iniziale ai test così da farsi un’idea di quanto costa il traffico e il cliente.
Un’altra discriminante è il margine che hai sul prodotto. Se hai poco margine non avrai molto budget a disposizione, se invece vendi prodotti ad alta redditività allora potrai alzare di più l’asticella.
In linea di massima puoi iniziare con un budget di 5/10€ al giorno per 1 mese e poi analizzare i ritorno.
Se è positivo allora puoi scalare la campagna, aumentando gradualmente il budget.

Come impostare il Target su Facebook ADS

Un’altro punto che caratterizza le campagne local è il Target.
Dovrai impostarlo in questo modo:
– specifica il raggio in km dal tuo punto vendita. Per sapere quanto ampio farlo, utilizza lo storico dei tuoi clienti. Mediamente, da quanto lontano possono arrivare?
– non mettere gli interessi
– se hai un target specifico per età e sesso, imposta questi dati demografici.
Se per esempio sei un parrucchiere per signora, puoi selezionare solo le donne dai 30 al 60 anni.

Creatività per Facebook ADS

E come creatività cosa metto? Foto o Video?
Nel 90% dei casi le immagini che funzionano di più sono quelle che ritraggono i titolari o le persone che vengono a contatto con il cliente.
I social devono essere il più possibile vicino alla realtà, quindi devi ritrarla.
Se le persone vengono nel tuo negozio e voglio essere servite solo dal titolare, probabilmente la sua faccia attrarrà anche online.
In alternativa, o meglio in aggiunta, puoi fare vedere il tuo prodotto: il piatto se hai un ristorante, il taglio se sei un parrucchiere, ecc.
Le foto devono essere rigorosamente veritiere e aggiornate. Niente foto prese da internet o scattate anni fa.

Se vuoi approfondire questo argomento puoi vedere il mio video sulle Creatività Facebook per comprendere meglio come creare immagini e video che performano.

Obiettivo della Campagna

Ogni campagna impostata da Business Manager deve avere un Obiettivo, ti coniglio di usare questi: Messaggi, Visualizzazione del Video o Notorietà del Brand.

Se non sai di cosa parlo e vuoi creare le tue campagne in autonomia, ti consiglio il mio video per creare le campagne da Zero con il Business Manager -> Qui

Le 3 regole per creare delle campagne Social ADS che funzionano sono finite, ma ora vediamo una strategia che usiamo con profitto in Gasp! Design per portare clienti alle attività locali che seguiamo.

La Strategia

A livello locale ci possono essere 2 tipi di utenti:
chi ti conosce e chi non ti conosce.
Non puoi parlare a queste persone nello stesso modo.

Per questo dovrai impostare 2 campagne distinte e farle andare sempre.
Tu vuoi clienti tutto l’anno? Allora le campagne dovranno essere sempre attive.

La prima campagna sarà così strutturata:
– Obiettivo: Visualizzazione del Video
– Target: solo demografico, no interessi
– Creatività: video che incuriosisce e mostra il tuo prodotto o servizio di punta

La seconda campagna sarà così strutturata:
– Obiettivo: Interazione con i post
– Target: retargeting sulle persone che hanno visto almeno 50% del video
– Creatività: i post della tua pagina

Ecco che hai impostato un funnel evergreen.
Ricordati nella prima campagna di escludere le persone che hanno interagito con la tua pagina. Dovrai mostrare il video solo a chi non ti conosce.
Per far si che funzioni, la seconda campagna deve avere post sempre aggiornati, così da non stufare le persone.

Una caratteristica delle campagne local deve essere la frequenza alta, cioè che le persone rivedano il tuo annuncio più volte, quindi assicurati che il budget sia sufficiente.

La parte strategica è finita, ma voglio fare ancora due precisazioni:
1) per le attività locali una delle cose più importati solo le recensioni, quindi inventa un’escamotage per chiederne il più possibile.
2) quanto un nuovo cliente arriva in negozio fai lead generation, fatti lasciare i suoi dati così che tu possa fidelizzarlo tramite Newsletter o Whatsapp.

E tu hai mai fatto Facebook ADS in maniera seria? Che risultati hai ottenuto?
Scrivimelo qui sotto nei commenti.

Grazie Fes di essere arrivato fino a qui, ci vediamo nel prossimo articolo!

Ancora non sei iscritto al mio corso gratuito per TROVARE CLIENTI?

Ricevi il Video Corso Gratuito
RIVOLUZIONE DIGITALE

[ 5 video per cambiare il modo di trovare i clienti ]

Ancora non sei iscritto al mio corso gratuito per TROVARE CLIENTI?

Ricevi il Video Corso Gratuito
RIVOLUZIONE DIGITALE

[ 5 video per cambiare il modo di trovare i clienti ]

Apri WhatsApp
Hai bisogno di aiuto?
Ciao, chatta con noi!