fbpx

Come crescere su Instagram partendo da Zero in Organico nel 2022

Se stai partendo da Zero probabilmente non hai ancora creato un profilo, questo è il momento giusto di capire come crearne uno che abbia più probabilità di crescita.

1) Ottimizzazione Profilo

– Nicchia / Pagine Tematiche
Se hai un’azienda o un brand dovrai aprire il profilo a nome di quest’ultima, ma sappi che non è l’unica strada.
Su Instagram i profili che funzionano meglio sono quelli tematici.
Ricordati che le persone sono sulla piattaforma per intrattenersi, non per farsi vendere qualcosa di noioso.
Così puoi scoprire che molte aziende hanno aperto canali IG ma non parlano del loro prodotto ma li usano per intrattenere e informare persone in target.

Non tutti gli argomenti possono performare nello stesso modo, ci sono argomenti che si prestano maggiormente, come per esempio: i viaggi, la crescita personale, il fashion, gli animali, i personal brand e le criptovalute.

Con questi temi puoi creare account con milioni di follower, ma sei sicuro che è quello che ti serve?

Se hai una PMI in Italia che magari opera a livello locale, non ha senso mettersi come obiettivo il numero di follower, ma piuttosto contare i contatti realmente interessanti per il tuo business che provengono dalla piattaforma.

Quindi: cerca di capire se esiste un trend per il tuo settore e analizza bene il linguaggio che viene usato dai profili che già funzionano.

– Presentazione
Hai a disposizione alcuni campi di testo da compilare in maniera mirata:

– il nome utente deve essere il nome del tuo brand o personal brand, se è disponibile cerca di non mettere altri caratteri speciali come trattini e underscore.
Questo deve essere univoco, non puoi avere un nome utente se è già stato scelto da qualcun’altro. Per questo generalmente, una volta scelto, non si cambia più.

– il nome invece è un campo più libero perché puoi cambiarlo più facilmente, ma sopratutto è un fattore importante per farti trovare. Qui dovresti scrivere la parola chiave che più ti rappresenta. es. Web Designer, Pizzeria, Costumi da Bagno. Questo perché Instagram è anche un motore di ricerca e potresti essere trovato proprio grazie a questa ottimizzazione.

– la Bio, hai a disposizione 150 caratteri per descriverti, hai 2 opzioni, puoi descrivere chi sei, oppure cosa otterrà l’utente nel seguirti.
Es. per un Personal Trainer:
– Aiuto a tenersi in forma con Allenamenti Strong e Dieta Sana
– Ogni giorno esercizi Strong e Ricette per tenersi in forma
Ricorda di inserire emoji per migliorare la lettura.

Categoria, dopo aver trasformato il tuo profilo in Business potrai scegliere la categoria di appartenenza. Scegli quella corretta per aiutare IG a suggerirti alle persone giuste.

Grafica dei post, prima di portare traffico al profilo dovrai iniziare a pubblicare i primi post, così che gli utenti possano capire meglio cosa aspettarsi quando inizieranno a seguirti. Devi creare un grafica intrigante e personalizzata così da renderti riconoscibile.
Ti consiglio di pubblicare da 3 a 9 post così da essere credibile.

Ottimo! Ora hai creato il tuo profilo ottimizzato nel migliore dei modi e sei pronto per partire.

2) Contenuti che Performano

I contenuti sono gli elementi di svolta in un profilo che funziona, migliori saranno i risultati dei post, maggiore sarà la crescita.

Qui entra in gioco l’algoritmo, devi conoscere i suoi aggiornamenti per sfruttarli al meglio.
Ma ricorda che il contenuto migliore è quello che interessa al tuo target.
Forse avrai sentito che i contenuti Reels sono quelli che maggiormente funzionano in questo periodo, ma l’algoritmo non è così semplice:
se sei un’utente preferisce guardare foto, Instagram tenterà comunque a mostrare maggiormente foto.

Inizia ad ottenere risultati visibili

Fissa un appuntamento con il nostro esperto di Web Marketing per costruire la strategia migliore per il TUO Business.


Dicevamo … i Reels, si, attualmente sono il contenuto più consigliato per la crescita organica perché vengono mostrati anche a persone che non ti seguono. Questo perché essendo un formato relativamente recente Instagram vuole incentivare il suo utilizzo, premiandoti con visibilità.

Quando crei un Reels cerca di sfruttare i Trend, sia a livello di tipologia di Reels sia come musica.

Potresti usare delle musiche che sono in Trend perché preferite dagli utenti e anche delle tipologie di video di moda nel tuo settore perché l’utente è attratto da ciò che già conosce.
Ovviamente se riuscirai a dare il tuo tocco di originalità avrai fatto un contenuto perfetto.

Altro contenuto molto potente sono i caroselli, questi si prestano per alcuni mercati specifici, cioè quelli dove è necessario informare e dare contenuti che non sono rappresentabili con immagini.
La loro potenzialità viene valutata sopratutto con il numero di salvataggi, infatti se parliamo di contenuti informativi, probabilmente gli utenti vorranno salvarlo per averlo con se nel momento del bisogno.

Anche qui puoi usare uno stile che già funziona nella tua nicchia. Ci sono degli studi che indicano come l’intelligenza Artificiale di IG classifica tutti i contenuti e le grafiche, se il tuo contenuto viene classificato come quello dei tuoi competitor che stanno già avendo successo, il post potrebbe diventare virale.

Come accennavo anche prima è necessario avere una strategia Data-Driven, quindi dopo aver pubblicato i tuoi post guarda gli insight per capire cosa funziona meglio e vai nella direzione che ti indicano.

Questi punti hanno fatto riferimento al singolo post, ma l’algoritmo e gli utenti guardano anche il lavoro globale del profilo. Così come per tutte le strategie social la Costanza è fondamentale.
Una volta stabilito il piano editoriale è importante rispettarlo rigorosamente e perseguire gli obiettivi nel tempo.

3) Strategie di Crescita

Ora che abbiamo un profilo in ordine e dei post che strizzano l’occhio all’algoritmo veniamo al punto più controverso.
Si perché se i 2 punti precedenti sono fatti al meglio dovrebbero bastare per crescere organicamente.
Ma chi non ha fretta di vedere i primi risultati?
Così nel tempo di sono alternati metodi più o meno leciti per poter dare una spinta alla crescita dei follower.

Soprattuto se parti da Zero riuscire a sbloccarsi non è facile, ma ora Instagram è molto stringente e non vuole sentire parlare di Bot o forzature al suo sistema.

Per questo in passato una strategia molto usata era il follow/unfollow.
Il concetto è semplice: se segui un profilo a lui arriva una notifica, statisticamente e per il principio di reciprocità alcuni di questi Follow diventeranno Follower, dopo qualche giorno smetterai di seguire tutti e ricomincerai da capo.

Bene, ora questa pratica è molto nota ad Instagram, per questo se nota che il tuo comportamento non è in bona fede ti potrebbe bloccare l’account.

Puoi continuare ad usare questa strategia ma con numeri molto bassi 10-15 al giorno.

La stessa strategia è stata provata con i messaggi in DM, le view nelle story, i commenti ai post, ecc.

Attualmente l’unica azione che non è ancora vista come sospetta da Instagram è il like sui commenti.

Cosa fare?
– Cerca dei profili simili al tuo ma più grandi, l’idea è che abbiano un pubblico in target e tante interazioni.
– Guarda i post e interagisci con i commenti lasciando un like per ogni commento.
– All’utente arriverà una notifica, molto probabilmente sarà incuriosito e atterrerà sul tuo profilo, grazie al lavoro fatto nel punto 1 e 2 probabilmente inizierà a seguirti.

Una delle tecniche che secondo me avrà più impatto nel 2022 sono gli #hashtag.
Infatti IG si trasformerà sempre di più in un motore di ricerca di novità e gli utenti cercheranno per parole chiave.
È per questo che in ogni post che pubblichi devi inserire degli #hashtag.

Dove e quanti hashtag usare per Instagram?

Instagram ha reso noto che per essere indicizzati gli # devono essere nella didascalia, non nel commento!
Inoltre suggerisce di inserirne da 3 a 5.
In passato la prassi era di inserirne da 15 a 30 suddivisi da ampi a specifici.
Attualmente ci sono pareri discordanti sul reale vantaggio di abbassare in numero di #.
Quello che si può fare è testare.
L’importante è usare sempre parole pertinenti con il tuo business e con il contenuto che hai postato.

Oltre agli # ricordati di inserire sempre il Local Tag, così da massimizzare l’esposizione che ha ancora più rilevanza da quando è stata attivata la mappa nelle ricerca di IG.

Una volta che hai i primi follower puoi provare queste strategie di Boost:

Crea contenuti in collaborazione, questi post sono una novità e permettono a 2 persone di avere un post in comune. Questo vuol dire doppio engagement e quindi possibilità di essere visto da un nuovo pubblico.

Shoutout, cioè una menzione che viene fatta da un profilo ad un altro.
In breve: un utente decide di pubblicare una foto/video e nella descrizione inserisce la menzione di un altro utente. Solitamente questa citazione è reciproca così da scambiarsi il favore.
Nel mondo segreto di IG esistono ovviamente anche Shoutout a pagamento, quando un account grande ne nomina uno piccolo.

Giveaway, cioè un mini concorso a premi per i tuoi follower. Solitamente funziona così: preparo un contenuto gratuito da regalare alla mia community.
Invierò il regalo solo agli utenti che mi seguono e taggano la mia pagina pubblicamente, così che si possa innescare un passaparola digitale e più persone possibili siano interessate al mio contenuto.
Ovviamente più ha valore il contenuto, maggiori saranno le possibilità di successo.
Attenzione perché il mondo dei concorsi è pericoloso e ci sono delle specifiche norme che lo regolano.

Re-Post, in alcuni mercati si presta bene la strategia di essere ripostati.
Per esempio, nel settore Travel ci sono tante pagine con migliaia di Follower, il loro lavoro è quello di trovare sempre nuovi contenuti ad alto impatto visivo e ripostarli.
Se tu sei un fotografo o hai un hotel potresti creare una fotografia ad hoc con l’obiettivo di essere ripostato così da accedere ad una platea molto grande.
Infatti è buona norma che quando un profilo riposta la tua foto, questo ti menziona come Credits.
Per far si di essere ripostato è sufficiente taggare questi profili nella tua fotografia.

Ultima strategia di Crescita è l’Engagement Routine:
Statisticamente è provato che maggiori interazioni fai sulla piattaforma, maggiori interazioni otterrai.
Per questo devi dedicare alle interazioni circa 30 min del tuo tempo al giorno, come?

  • 15 minuti prima e dopo della pubblicazione di un tuo post interagisci con gli utenti che avevano commentato i tuoi post precedenti o scritto nelle story.
  • Segui un numero massimo di 15 persone in target
  • Metti like ai commenti dei post dei tuoi competitor
  • Commenta in maniera organica i post dei tuoi competitor

Wow, sembra un sacco di lavoro, ed in realtà è così.

Crescere su Instagram non è facile ed è necessario dedicare molto tempo.
Quindi prima di iniziare verifica che sia lo strumento migliore per raggiungere i tuoi obiettivi.

Se è così allora inizia a riboccarti le maniche e si costante.
I risultati arriveranno e saranno incredibili.

Grazie Fes di essere arrivato fino a qui, ci vediamo nel prossimo articolo!

Inizia ad ottenere risultati visibili

Fissa un appuntamento con il nostro esperto di Web Marketing per costruire la strategia migliore per il TUO Business.

Ancora non sei iscritto al mio corso gratuito per TROVARE CLIENTI?

Ricevi il Video Corso Gratuito
RIVOLUZIONE DIGITALE

[ 5 video per cambiare il modo di trovare i clienti ]

Ancora non sei iscritto al mio corso gratuito per TROVARE CLIENTI?

Ricevi il Video Corso Gratuito
RIVOLUZIONE DIGITALE

[ 5 video per cambiare il modo di trovare i clienti ]

Apri WhatsApp
Hai bisogno di aiuto?
Ciao, chatta con noi!