Dove una PMI deve investire in comunicazione

Questo post vuole essere una checklist che riassume tutti mezzi di comunicazione che una PMI ha oggi a disposizione.
Ogni strumento ha delle caratteristiche che lo rendono più o meno efficace per la specifica azienda, vince chi riesce a scegliere il mezzo giusto per esaltare i plus del prodotto/servizio che si vuole vendere.
1

Offline

Advertising, cioè la pubblicità tradizionale su giornali o riviste. Considerati i costi odierni, è molto probabile che una PMI possa investire su un giornale locale o una rivista di settore.
Funzionano ancora molto, soprattutto per il BtoC (negozi e locali) e per prodotti di largo consumo. Questo perché è un mezzo di massa e per sua natura non colpisce un target specifico.

Intervista, parliamo sempre dello stesso supporto dell’advertising, giornale o rivista, ma in questo caso ci poniamo come contenuto editoriale. Per essere pubblicati è necessario avere una notizia, per esempio un evento o una novità che ha impatto sulla comunità. L’intervista, oltre che cartacea, può essere trasmessa in tv o alla radio.
Questo contenuto è utile per accrescere il Personal Branding.

Affissioni, questo mezzo ha principalmente due declinazioni: dinamica e statica. Utile per promuovere localmente iniziative ed eventi, ha bisogno di un’alta capillarità sul territorio per poter essere efficace. Con affissione statica si intendono i manifesti ai lati delle strade o i grandi cartelloni installati sulle case agli incroci di alta viabilità. Le affissioni dinamiche sono le pubblicità sui mezzi di trasporto: bus, tram, metro, macchine, ecc.

Materiale di comunicazione, parliamo di cataloghi, brochure, volantini, ecc. Questi sono strumenti molto flessibili che possono essere inseriti in quasi tutte le aziende. A seconda del mercato, questi sono più o meno utili.

Allestimento punti vendita, nel caso in cui il vostro business preveda uno o più punti vendita è necessario che questi abbiamo uno stile di comunicazione coerente e che siano facilmente riconoscibili. In questo le multinazionali sono maestre, si pensi al McDonald o all’Ikea sparse in tutto il mondo ma ovunque uguali.
Nello specifico dobbiamo curare tutto l’arredamento, la segnaletica interna ed esterna, i colori ed ovviamente anche le divise del personale.

Direct Marketing, uno degli strumenti che più si avvicina all’approccio web. Parliamo principalmente di invii di posta cartacea e di call center.


Online

Sito web, è uno degli argomenti che più ho approfondito, quindi, vi rimando al post come si crea un sito internet.

Social Network, quasi tutti sanno che sono uno degli strumenti più potenti degli ultimi anni. Ogni azienda dovrà studiare una strategia specifica per scegliere su quale piattaforma essere presente; sicuramente una di queste tre può fare al caso vostro: Facebook, Linkedin o Instagram.

Sponsorizzazione, i due modi più comuni per promuoversi online sono il Pay Per Click di Google e Facebook Adv. In entrambi i casi si investe un budget pubblicitario per raggiungere degli obiettivi di marketing.

Community e Redazionali, questo non è uno strumento, ma una professione. È molto simile al PR. Si tratta di una o più persone che presidiano i luoghi dove il target si trova online e interagiscono come una conversazione. È importante non fare spam, ma mantenere un approccio amichevole.
Come per le interviste cartacee, è possibile essere pubblicati anche su blog o magazine online, in questo caso parliamo di redazionali o guest post.

Applicazioni Mobile, il 2015 è stato l’anno del mobile. Ogni azienda deve avere per lo meno un sito responsive (cioè che si adatta a tutti i dispositivi, come smartphone, tablet, tv, ecc) o meglio ancora una App. Per una PMI può essere utile soprattutto come strumento di lavoro o gestione della rete di vendita. Può essere vista come l’evoluzione delle brochure e dei cataloghi.
Molte aziende si sono spinte oltre e hanno integrato le app nel loro flusso di lavoro, per esempio EXPO ne ha creata una per i suoi dipendenti per timbrare il cartellino. In questo caso non stiamo parlando di comunicazione esterna.

Direct Marketing, alcuni dicono che il 2015 è anche l’anno del mail marketing. Questo è uno strumento potentissimo, soprattutto per la fidelizzazione del cliente. Ora avere un CRM con tutti i clienti ha molto più valore, perché è possibile creare comunicazione 1 a 1 in modo automatizzato.


Questi sono solo alcuni dei mezzi di comunicazione in cui una PMI deve investire.
Il consulente o l’imprenditore vincente è colui che riesce a scegliere gli strumenti idonei e creare il giusto mix per un ritorno dell’investimento conveniente.

Hai fatto la tua checklist? Pensi che in questo elenco manchi qualcosa?
Scrivi qui sotto le tue impressioni.

Ottieni il massimo dal Digital Marketing e migliora l'efficacia della tua azienda online.

Inserisci qui il tuo indirizzo mail e ricevi gratis ogni mese il Report e le Guide pratiche per ottenere risultati per la tua azienda.